Contenuto principale

Messaggio di avviso

Biblioteca

del

Centro Documentazione Donna

via Terranuova 12/b - Ferrara

venerdì 10 novembre 2017

ore 17

Letizia Lanza

parla di

Presenze femminili nel dramma attico e nel mito

 

Dalla femminilità ribelle, Antigone e Medea, alla femminilità allineata, Alcesti, alla divinità androgina, Atena, molte sono le donne presenti nel dramma greco, riprendendo e talvolta suggerendo una nuova chiave di lettura dei modelli femminili proposti dai miti.

Assente dalla vita pubblica, la donna greca è una presenza forte e perturbante nelle opere dei maggiori drammaturghi; cancellata dalla vita pubblica e dalla storia diventa protagonista indimenticabile nel teatro. È il rimosso che turba le coscienze di chi l’ha sottomessa e demonizzata che ricompare involontariamente. Spesso, è diventata emblematica personificazione di istanze di libertà come Antigone o, al contrario, custode della legge del padre come Atena.

 

Letizia Lanza, antichista veneziana molto apprezzata, è autrice di un gran numero di saggi che spaziano tra letteratura e archeologia. Significativa è la sua attenzione alla presenza delle donne nelle varie epoche storiche, in particolare nell’antica Grecia, alcuni dei suoi titoli su quest’ultimo tema sono: Vipere e demoni. Stereotipi femminili nell’antica Grecia; Donne greche (e dintorni). Da Omero a Ingeborg Bachmann; Grecità femminile. L’altra Penelope; La verità e il mito. Trittico muliebre.