Contenuto principale

Messaggio di avviso

Oltre la frontiera
Sabato 18 ottobre 2014 alle ore 17
 
Centro Donna Giustizia, UDI e Centro Documentazione Donna
presenteranno presso il circolo Arci Bolognesi (piazzetta S. Nicolò 6/a - Ferrara)
la mostra fotografica "Volti di donna dalle crisi umanitarie", realizzata da Medici Senza Frontiere e dall'Istituto Europeo di Design  (IED) – Sezione Arti Visive Milano

Le 32 foto esposte, frutto del lavoro di alcuni tra i più importanti fotoreporter mondiali, come Sebastiao Salgano e Paolo Pellegrin, rivelano agli occhi di chi le osserva scorci di mondi lontani e spesso ignorati: paesi scossi da carestie, guerre, epidemie, nei quali le donne spesso sono i motori trainanti delle famiglie, eroine silenziose che ogni giorno cercano di vivere con dignità in contesti in cui spesso anche i più elementari diritti vengono negati.

Il mancato accesso all'istruzione, la mortalità materna, un maggior rischio di infezione da HIV, le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) e le violenze sessuali sono tra i principali fattori di vulnerabilità delle donne in contesti di crisi.Nei paesi in cui operiamo, le donne sono di solito le prime a farsi carico del ruolo umanitario: garantiscono la protezione dei loro figli, li nutrono, li educano e gli forniscono cure mediche portandoli presso strutture sanitarie e supervisionando l'assunzione delle medicine quando i figli sono in casa. Svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione della malnutrizione, e salvano i loro malnutriti e agonizzanti figli diventando i loro principali assistenti durante il trattamento. Per queste ragioni, MSF sta ampliando il ruolo svolto dalle madri nel trattamento decentralizzato di bambini che soffrono di malnutrizione e altre malattie come la tubercolosi.