Contenuto principale

Messaggio di avviso

Biblioteca del Centro Documentazione Donna

logo cdd

via Terranuova 12/b - 44121 Ferrara

 

lunedì 1 aprile 2019

ore 17


Alberto Boschi

dialoga con 

Diletta Pavesi

autrice del testo

Riflessi di stelle
(ed. Mimesis)

Il libro è la riscrittura della tesi dell’autrice sulle “Immagini divistiche nel cinema autoriflessivo hollywoodiano”, discussa nel 2015 avendo come relatore il professor Alberto Boschi dell’Università di Ferrara. 
Quando il cinema americano sceglie di riflettere su se stesso, la figura della diva emerge come soggetto privilegiato. L’autrice ha analizzato alcuni dei film più significativi di ambientazione hollywoodiana, rilevando come da sempre la figura della diva è accompagnata da un groviglio di aspirazioni femminili, timori culturali   tensioni sessuali. Partendo dalle commedie degli anni Venti come “Maschere di celluloide” di Vidor, in cui la star è un’ingenua pioniera, si passa ai mélo del decennio successivo con “È nata una stella” di Wellman, che prende coscienza del lato oscuro del sogno divistico. Infine, si arriva ai capolavori del opoguerra:  “Viale del tramonto” di Wilder e “La contessa scalza” di Mankiewicz, in cui le protagoniste sono ormai deliranti astri in declino o sex symbol condannate a un tragico privato. Particolare attenzione, inoltre, è stata prestata al caso del musical: tanto nel memorabile “Cantando sotto la pioggia” di Donen e Kelly quanto nel più oscuro “Lo strano mondo di Daisy Clover” di Mulligan, la diva si pone come presenza eversiva, decisa a non lasciarsi stritolare dagli alienanti meccanismi della tecnologia sonora. 

 

Diletta Pavesi ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Ferrara con un elaborato incentrato sulle forme di autoriflessività nel cinema americano classico tra il 1932 e il 1962. Attualmente, svolge incarichi didattici per la cattedra di Storia del cinema presso il Dipartimento di Studi Umanistici.
“Riflessi di stelle” è il suo primo libro.